E N G L I S H    English version  

S C R I T T O R I  I M M E R G E N T I

S a p p i a m o  e s s e r e  r e a l i s t i c i .

M a  a b b i a m o  "i l  c o r a g g i o  d i  e s s e r e  f a n t a s t i c i".

•  G L I    I M M E R G E N T I   •

                                      •  G L I    I M M E R G E N T I   •

I pescatori siciliani hanno differenti opinioni sui pesci: quelli d’acque chiare (il pesce azzurro, amato come il pane), quelli del porto (cefali, da non dare neppure al gatto), i pesci di profondità (quelli difficili da prendere perché si “immergono”) e quelli “da suma”, di superficie, i pesci più stupidi, perché si acchiappano facilmente. L’immersione non è però solo un mezzo per fuggire o nascondersi, ma è anche uno stile di vita. Lì, dove l’occhio dell’uomo non giunge, non sai mai cosa aspettarti: a volte è così buio che devi muoverti a tentoni e far funzionare non solo l'istinto ma anche, e soprattutto, la fantasia. Crediamo che sia questo il valore aggiunto di uno scrittore. In un mondo che impone la prudenza di chi non ha più il coraggio di esplorare e ti dà la sensazione di sapere senza conoscere, di frequentare persone senza uscire dalla tua stanza, di sentirti libero in una Rete, di trasformare i tuoi sentimenti, le tue amicizie e i tuoi interessi in statistiche, noi continuiamo a immergerci in ciò che ci circonda per costruire castelli nel cielo. Sappiamo sì essere realistici ma, parafrasando Rodari, abbiamo anche “il coraggio di essere fantastici”.

                                               •  C H I    S I A M O 

Siamo Alessandro, Annamaria, Davide, Elena, Jacopo, Mario, Pierdomenico e Tommaso. Siamo un gruppo di autori e scrittori che lavorano volentieri in team, copywriter nel mondo dei ragazzi (e degli adulti). Proveniamo dalle più diverse formazioni: un mancato notaio ex-consulente museale, un’archeologa medievista ex-ufficio stampa della maggiore casa editrice italiana, un filosofo heiddegeriano ex-universitario, uno psicologo, un traduttore esperto in videogiochi, un fumettista che progetta giocattoli, un ex-editore di libri game, una ex-storica delle dottrine politiche. Prima di scrivere abbiamo accumulato anni di letture sulle spalle. Pensiamo che la definizione di “pop” sia “quello che piace a me”. E di “cultura” sia “quello di cui riesco a parlare con un altro del gruppo”. Ci piace il Mac, ma pensiamo che al Mac non piaccia il nostro modo di usarlo. Progettiamo e condividiamo le singole opere. Le assegniamo al nostro interno. Collaboriamo con agenzie letterarie (una in particolare perché ci ha venduto all’estero), ma ci muoviamo anche singolarmente. Non siamo un collettivo di scrittori. Crediamo fortemente nella differenziazione delle persone, dei contenuti e degli stili, ma condividiamo il lavoro preparatorio e le esperienze editoriali. Ci piacciono i buoni ristoranti e non ci piacciono le riunioni. Non ci offendiamo quando ci dicono che una nostra idea non funziona; solitamente la rivendiamo dopo una settimana cambiandole il titolo. Abbiamo nomi, cog-nomi, pseudo-nomi e a-nomi (quando ghosteggiamo). Non rinunciamo all’individualità a favore di una squadra, tant’è che abbiamo metodi e scritture diverse, che però si adattano e si incastrano nelle varie progettualità. Pensiamo che il marketing sia il posto in cui lavorano tutti quelli che non hanno trovato un'altra occupazione. Ci editiamo a vicenda e, quando c’è la possibilità, ci facciamo da agenti. Abbiamo contratti e contatti con diverse case editrici, in Italia e all’estero, ma siamo sempre pronti ad averne di nuovi. Usiamo dropbox e skype per mettere in comune tutti i nostri progetti e ci fidiamo del parere degli altri (o, almeno, lo ascoltiamo con attenzione). Fondamentalmente siamo dei creativi che sono orgogliosamente amici tra loro.
E parliamo sempre di progetti.

                            •  P E R C H É    Q U E S T O    N O M E  ? 

Perché non ci prendiamo mai troppo sul serio, e in un mondo di autori emergenti, a noi piaceva l’idea di andare in direzione opposta. In più, la parola Immergenti richiama l’elemento liquido, suscita abissi verniani e tuffi nel subconscio, ove dicono risieda la materia dei sogni che, adeguatamente selezionata stile pescatori di perle, è la base di tutta la narrativa. Specialmente quella per ragazzi.

                                         •  L' A R C I P E L A G O 

Attorno agli immergenti è nato un arcipelago di isole tropicali, rigogliose nuove promesse della letteratura per ragazzi (e non solo) che condividono la nostra filosofia di lavoro. Un benvenuto, quindi, a: Andrea, Anna, Carolina, Christian e Christian, Elena, Elisa, Giuseppe, Jean-Claudio, Lucia, Mark, Silvia, Teo.

                        •  C H E    C O S A    S A P P I A M O   F A R E  ? 

Scrivere. E pensare a cosa scrivere.
Insieme, abbiamo pubblicato più di centocinquanta libri per le maggiori case editrici italiane (De Agostini, Einaudi Ragazzi, Fanucci, Fazi, Mondadori, Piemme). E questi libri sono stati tradotti in più di venti lingue. Sì, anche il cinese.

                  
•  C' È  U N  M O D O  P E R  C O N T A T T A R C I  ? 

Certo. Anche nelle profondità dell'Atlantico esiste l'e-mail.

                               P E R C H É   L O   F A C C I A M O  ? 

Perché qualsiasi ragazzino o ragazzina sa bene che giocare con gli amici è più divertente che farlo da soli.